Pagina 1 di 1

La scomparsa di Ernesto Cravini

MessaggioInviato: 4 novembre 2008, 0:27
di Vespolate On-line
Apro questo spazio per chi volesse lasciare una sua testimonianza su Ernesto Cravini, da poco scomparso. Positive o negative che esse siano, naturalmente nel rispetto della persona deceduta.

Re: La scomparsa di Ernesto Cravini

MessaggioInviato: 5 novembre 2008, 13:10
di yra
Partigiano , sindaco e presidente dell'associazione volontari, con lui se ne va un altro pezzo di storia del paese.

Re: La scomparsa di Ernesto Cravini

MessaggioInviato: 5 novembre 2008, 18:38
di Vespolate On-line
yra ha scritto:Partigiano , sindaco e presidente dell'associazione volontari, con lui se ne va un altro pezzo di storia del paese.

Beh fin qui lo sappiamo tutti.
Magari la testimonianza di chi lo conosceva meglio come uomo. Purtroppo come sindaco io non posso avere un bel ricordo di lui.

Re: La scomparsa di Ernesto Cravini

MessaggioInviato: 6 novembre 2008, 12:15
di Fabio
gia'.. nel bene o nel male.. se ne va uno dei pochi che aveva a cuore il proprio paese.. (e credo proprio, visto l'impegno per lunghissimi anni, disinteressatamente!!! ....cosa rara di questi tempi...)

Re: La scomparsa di Ernesto Cravini

MessaggioInviato: 28 novembre 2008, 19:54
di etabeta
io ho conosciuto piuttosto bene il Sindaco Cravini e ne serbo di buon ricordo.
concordo con Fabio che ha amato molto il suo paese e si è speso per il bene della comunità anche se non ha avuto i riconoscimenti che si meritava.
Negli anni in cui è stato Sindaco ha operato in modo concreto badando più alla sostanza che alla apparenza come qualcun altro; purtroppo ho un appunto da fargli ed è quello di non essersi adoperato per acquistare il Castello quando è andato all'asta: pazienza non sempre tutto riesce al meglio
E' stato partigiano e di questo ne andava fiero e quando ne aveva l'occasione amava ricordare gli eventi di quel periodo.

Re: La scomparsa di Ernesto Cravini

MessaggioInviato: 29 novembre 2008, 11:51
di Vespolate On-line
etabeta ha scritto:purtroppo ho un appunto da fargli ed è quello di non essersi adoperato per acquistare il Castello quando è andato all'asta

Purtroppo questa è una nota molto dolente della storia di Vespolate, non è perdonabile da mio punto di vista. Proprio per questo volevo cercare dei pareri che dessero valore alla sua figura umana piuttosto che quella di amministratore.