E’ scomparso un grande vespolino

Questo è il forum dove tutti i vespolini possono parlare e scambiare opinioni sul proprio paese

Moderatore: Vespolate On-line

E’ scomparso un grande vespolino

Messaggiodi Vespolate On-line il 22 gennaio 2007, 14:13

Ma soprattutto un grande uomo ed una persona a me estremamente cara.
Gherardo Babini si è spento martedì 16 gennaio, all’età di 85 anni, presso l’ospedale di Novara dov’era ricoverato da alcuni giorni.
Era ormai conosciuto come “l’artista di Vespolate”, pur non essendo vespolino di nascita ma d’adozione. Nato infatti a Mantova, cresciuto e vissuto a Genova per buona parte della sua esistenza, si è poi trasferito, con i figli già grandi, in altre città prima di approdare a Novara e poi a Vespolate nell’anno stesso in cui nacqui io.

I suoi lavori artistici sono perlopiù disegni a china ed acqueforti a cui ha continuato a lavorare fino all’ultimo nonostante le sue difficoltà fisiche e motorie. Nelle vacanze di Natale l’ho infatti ancora visto intento in un lavoro. E’ stata l’ultima volta in cui l’ho visto in forze e sono riuscito a parlagli.
Conversare con lui era sempre un grande piacere, dai suoi racconti della guerra, alla sua Genova, al lavoro, all’arte, ai suoi disegni, alla fotografia, a sua moglie e i suoi figli, alle cose della vita, dalle più semplici alle più importanti. Non mancavano mai i suoi consigli, sempre misurati, dettati dalla sua complessa e sofferta esperienza di vita, dalla quale ha sempre avuto l’affetto di sua moglie e di tante persone che gli sono state vicine.
E io mi rammarico di non essergli stato vicino a sufficienza, di non avere appreso e ascoltato le tante cose che aveva ancora da insegnarmi e raccontarmi, un inestimabile patrimonio di conoscenze ed esperienze che ha portato via con se.
Qualche anno fa avevo cominciato con lui un’intervista sulla sua vita che avrebbe dovuto essere parte integrante di questo sito, ma non sono mai riuscito a terminarla e il materiale è rimasto fermo senza essere pubblicato. Avevamo parlato della sua giovinezza, molto della sua esperienza della guerra, fermandoci ai primi anni del dopoguerra, senza arrivare a descrivere i suoi anni della maturità, le vicende che l’hanno portato a lasciare la sua città e soprattutto il suo approccio e sviluppo come artista disegnatore.
E ormai è troppo tardi.

Gherardo era per me come un nonno, come lui stesso si considerava per me e mio fratello.
Mi sembra ora ben poca cosa ricordarlo attraverso le pagine di questo sperduto forum, tante e tante cose ci sarebbero da dire ancora.
Chi non l’ha conosciuto di persona credo che abbia perduto molto, ma chi l’ha conosciuto e amato ha perso qualcosa di inestimabile.

Un abbraccio Nonno Gherardo.

Alessandro
Avatar utente
Vespolate On-line
Site Admin
 
Messaggi: 679
Iscritto il: 1 ottobre 2004, 0:00
Località: Vespolate

Torna a Vespolate - il nostro paese

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti

cron